Anne D’Alençon. Titti Palazzetti, sindaca di Casale Monferrato: tra le figure più importanti del Rinascimento italiano

CASALE MONFERRATO - 'Un fiore per Anne': la Marchesa D'Alençon 'guida turistica' per Casale. “Un fiore per Anne” è una narrazione teatralizzata a tappe attraverso il centro storico della città di Casale Monferrato, in cui il racconto “vivo” degli attori metterà in scena la storia di Anne D’Alençon in alcuni luoghi ad essa collegati.
La scelta da parte degli ideatori, Marco Brotto e Monica Rovere, di raccontare la città attraverso l’esperienza vissuta dalla Marchesa del Monferrato risiede in più motivi: il carisma di una figura femminile, straniera, che per sorti avverse si trova a guidare il Monferrato; il mistero della tomba in Santa Caterina; il legame familiare con i Gonzaga, tematiche ancora poco conosciute e approfondite.

Il pubblico verrà guidato, attraverso il linguaggio teatrale, alla riscoperta di luoghi e personaggi storici, i quali daranno suggestioni al percorso, ricordandoci che le vestigia del passato hanno accolto un tempo persone vive, con i loro amori, dubbi, drammi, timori, preghiere. L’Associazione Santa Caterina Onlus, viste le affinità con la ricerca storica in atto sulla Marchesa Anne D’Alençon e con l’interesse verso la promozione della Città e del territorio che sta da sempre alla base delle iniziative dell’Associazione, ha fin da subito accolto favorevolmente la proposta di collaborare alla realizzazione del progetto, proponendosi come ente capofila e contenitore. La sceneggiatura teatrale, tratta dal libro “Anna che custodì il giovane mago” - Edizioni della Goccia (Casa Editrice di Casale) di Maura Maffei, è scritta dall’autrice stessa per questo progetto. La regia è a cura di Chiara Angelini, che guiderà un gruppo di attori locali (Alberto Pistola, Elsa Piazza, Laura Carrega, Maddalena Greppi, Marco Brotto, Filippo Mussetti, Agnese Zacco).

Proprio uno dei personaggi, il professor Fitzgerald, ha introdotto, con un video messaggio, ai presenti alla conferenza stampa, la storia che verrà narrata nelle date di maggio e giugno. La presentazione dell’iniziativa turistico-culturale si è svolta infatti martedì 10 aprile nella sala consiliare del Comune di Casale Monferrato, alla presenza del Sindaco Titti Palazzetti, felice di poter presentare un’iniziativa di così ampio respiro storico per Casale, fortemente legata a una delle figure più importanti del Rinascimento italiano, e portata avanti con passione dall’Associazione Santa Caterina Onlus. Al tavolo degli oratori anche il vice presidente della provincia di Alessandria Federico Riboldi e l’assessore alla pubblica istruzione Ornella Caprioglio, oltre alla presidente della onlus casalese, Marina Buzzi Pogliano e uno degli ideatori del progetto, Marco Brotto, anche nella veste di attore.
 
Nell’ottica di rendere partecipe quanto più possibile il territorio e le sue risorse, sono stati coinvolti anche Comune e Diocesi di Casale che hanno concesso il loro patrocinio, affiancati dai partner Mon.d.o e Club Alpino Italiano. Il progetto è realizzabile grazie al contributo delle aziende Riseria  Vignola e Distilleria Magnoberta e del Rotary Club, sezione di Casale Monferrato.

Hanno collaborato attivamente allo sviluppo del progetto due istituti scolastici locali: la Scuola Arte e Moda diretta da Rita Corino, per la realizzazione dei costumi (ideazione di Cinzia Sassone), e l’Istituto Leardi, indirizzo Grafica e Comunicazione per la grafica dell’evento (proff. Ilenio Celoria e Pio Barola) e indirizzo Turistico per l’accoglienza del pubblico e la somministrazione di un questionario di gradimento (prof. Giuliana Boschi).

Al termine della mattinata, è stata votata la linea grafica prodotta da Gabriele Barbierato, studente del Leardi (presenti le classi del grafico, accompagnate dai docenti e dalla dirigente scolastica Nicoletta Berrone) che si aggiudica una delle due borse di studio messe a disposizione da Distilleria Magnoberta, partner di ‘Un fiore per Anne’. Ora parola agli attori: la ‘prima’ sarà sabato 5 maggio (con repliche il 27 maggio e il 16 giugno).  Il costo del biglietto è di € 10 (comprensivo di rinfresco finale) e il ritrovo è fissato alle ore 15 presso l’Antica Drogheria Corino, in Piazza Mazzini. La durata del ‘viaggio nel tempo’ sarà di due ore circa, con tappe nella Cattedrale di S. Evasio, chiese di S. Domenico e Santa Caterina, luogo legato alle vicende della Marchesa del Monferrato.


Commenti