Lyda Borelli. Primadonna del Novecento. Mostra a Venezia, a Palazzo Cini

MILANO - Lyda Borelli. Dal 6 al 20 settembre 2017, Mic - Museo Interattivo del Cinema. Fascino Liberty e un bicchiere di assenzio sulla Terrazza Mic a Milano. Dal 6 al 20 settembre 2017 presso la Terrazza del MIC - Museo Interattivo del Cinema Fondazione Cineteca Italiana presenta Lydia Borelli. Fascino Liberty e un bicchiere di assenzio sulla Terrazza Mic, tre appuntamenti con la musica dal vivo per celebrare la meravigliosa e indimenticabile diva in occasione della mostra Lyda Borelli. Primadonna del Novecento a cura dell’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini, che sarà allestita dall’1 settembre al 15 novembre 2017 a Venezia a Palazzo Cini.

lyda-borelli-primadonna-novecento-mostra
Acclamata protagonista di testi teatrali di successo firmati da autori quali Gabriele D’Annunzio, Oscar Wilde e Sem Benelli, Lyda Borelli lavora accanto ai più importanti interpreti del suo tempo. La sua immagine di attrice teatrale preannuncia quell’icona liberty di stile e di eleganza che le permette di imporsi all’attenzione del pubblico internazionale. Da segnalare - riporta il comunicato stampa - che venerdì 4 settembre 2017 alle ore 18,30, al teatro La Fenice di Venezia, si terrà la proiezione del film di Nino Oxilia Rapsodia Satanica (1917), organizzata in collaborazione con l’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Rapsodia Satanica è un rarissimo film muto restaurato da un nitrato proveniente dall’Archivio storico dei film della Fondazione Cineteca Italiana, e ha per protagonista una delle maggiori dive dell’epoca: Lyda Borelli, appunto. L’opera si iscrive in un progetto più ampio di nobilitazione dell’arte cinematografica, attraverso la collaborazione di artisti provenienti da altre discipline. In particolare, il compositore e direttore d’orchestra Pietro Mascagni, autore del commento musicale, si pose l’obiettivo di dare un forte senso unitario all’opera. I personaggi e le situazioni sono legati a un tema (tecnica del leitmotiv), i singoli gesti ed i mutamenti fisionomici vengono espressi e resi intelligibili da episodi musicali sincronizzati con precisione.


Viene così realizzata l’idea di un’opera audiovisiva, come teorizzata poi da Ejzenštejn, in cui è presente lo stesso movimento sia nella struttura musicale che in quella plastica.

La partitura musicale di Pietro Mascagni sarà eseguita dal vivo da Francesca Badalini (pianoforte), Aurora Maria Mistica Bisanti (violino) e Giulia Monti (violoncello).

Il film sarà introdotto dal direttore della Fondazione Cineteca Italiana Matteo Pavesi.

Al Mic il programma prevede, oltre alla proiezione di Rapsodia Satanica, altri due indimenticabili capolavori: Ma l’amor mio non muore (1913) di Mario Caserini e La donna nuda (1914) di Carmine Gallone.


I film saranno impreziositi dall’accompagnamento musicale dal vivo di Antonio Zambrini (il 6 settembre) e da Francesca Badalini (il 13 e il 20 settembre) e da una piccola degustazione di assenzio.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Mercoledì 6 settembre
h 21.00 Ma l’amor mio non muore
Mario Caserini, Italia, 1913, 78’. Con Lyda Borelli, Mario Bonnard.
Intenso melodramma che ha consacrato Lyda Borelli, già celeberrima attrice di teatro, diva cinematografica.  
Accompagnamento musicale dal vivo di Antonio Zambrini

Mercoledì 13 settembre
h 21.00 La donna nuda
Carmine Gallone, Tratto dalla pièce teatrale di Henry Bataille La femme nue, 1914, Con Lamberto Picasso, Lyda Borelli.
Un pittore di scarsa qualità diventa celebre grazie al ritratto della modella divenuta sua moglie.
Accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini

Mercoledì 20 settembre
h 21.00 Rapsodia satanica
Nino Oxilia, Italia, 1917, 55’. Con Lyda Borelli, Andrea Habay.
Un’ anziana dama dell'alta società, Alba d'Oltrevita stipula un patto con Mefisto, per riacquistare la giovinezza in cambio della quale però lei ha il divieto di innamorarsi. 
Accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini

RICERCHE CORRELATE






Commenti