Linea Verde a Macchiagodena per scoprire il contadino virtuale. Pc, webcam e prodotti di qualità



Linea-Verde-Macchiagodena-contadino-virtuale
MACCHIAGODENA - La nuova edizione di Linea Verde, il programma di Rai 1 che da oltre mezzo secolo racconta l’agricoltura italiana e le sue eccellenze, arriva a Macchiagodena, in provincia di Isernia. Ad attirare l’attenzione di mamma Rai l’iniziativa di Antonio Barile, Donato D’Itri e Francesco Barile che hanno messo su una società, la Diba Bio Innovative, che ha l’obiettivo di offrire un servizio assolutamente innovativo a quanti amano l’agricoltura biologica, alle persone che avrebbero voluto possedere un luogo dove coltivare e mangiare prodotti genuini ma che non hanno questa possibilità.

Il motto potrebbe essere questo: se il contadino non va alla terra è la terra che va al contadino. Loro ci mettono il terreno, la sapienza di un’arte antica, le competenze tecnologiche e una dose di coraggio che da queste parti non è mai abbastanza, il contadino virtuale si sceglie i prodotti da seminare, li segue via webcam, interagisce tramite computer con i coltivatori, sceglie i concimi, il tempo della produzione e poi, voilà, quando il raccolto è pronto viene messo, appena colto, nelle cassettine e spedito, tramite corriere, a destinazione.

L'iniziativa imprenditoriale è nata gli inizi del 2016 e dà lavoro a giovani del territorio, compresi quelli che arrivano da migranti, come i richiedenti asilo.

Attraverso l'utilizzo di una piattaforma ad alto contenuto tecnologico chiunque, da qualsiasi parte del mondo, può realizzare e curare il proprio orto, attraverso l'utilizzo di webcam e dispositivi azionabili da remoto.


Per il loro sito gli imprenditori hanno scelto una massima del Mahatma Gandhi: “Dimenticare come zappare la terra e curare il terreno significa dimenticare sé stessi”.

Loro non lo hanno dimenticato e hanno dato vita ad una nuova figura professionale, il webcontadino. 

Un’opportunità di conoscenza del territorio e un’occasione di sviluppo per Macchiagodena che, arroccato sulla montagna, intorno al castello, è un paese dalle mille possibilità. I contadini virtuali chiedono prodotti di qualità, sani e incontaminati. La terra molisana li può offrire.

«Siamo diventati le mani e i desideri di numerosissime persone - dicono i promotori - che da tempo sognano la coltivazione di un vero e proprio orto e che in città non possono averlo. Gestiamo noi per loro un appezzamento di terreno, dalle dimensioni variabili in funzione delle richieste e dei bisogni. Il cliente segue le fasi della coltivazione attraverso l’uso di qualsiasi dispositivo Android col quale gestisce il suo orto monitorando l’umidità, la temperatura interna delle serre e quella esterna, seleziona le diverse concimazioni biologiche messe a disposizione dalla nostra azienda».

A raccontare questa storia, sabato 18 marzo 2017, nella trasmissione Linea Verde, ci saranno Chiara Giallonardo, Marcello Masi e Federica de Denaro. 






Commenti