1 milione buttato nel tunnel subportuale di Genova, si aggiunge agli altri euro sprecati

GENOVA - Ancora un altro milione buttato nel tunnel: ma allora non avete capito proprio niente! Mentre ci troviamo di fronte ad una crisi epocale del trasporto pubblico a Genova per una continuamente lamentata mancanza di risorse, con AMT agonizzante, ATP ad un soffio dal fallimento, un servizio sempre più insoddisfacente e continuamente decurtato, a poche settimane dalla possibile disdetta della tariffa integrata Trenitalia-Amt (in pratica l'unica cosa intelligente, assieme alla corsia di Corso Europa, fatta da 20 anni per il trasporto pubblico), ulteriori tagli del servizio ferroviario (un problema anche per la città, visto che sia la Genova-Busalla che la Genova-Acqui sono parte della mobilità urbana genovese) apprendere che il Comune di Genova utilizzerà un altro milione di euro per aggiornare il progetto del tunnel subportuale fa ancora una volta domandare se i nostri amministratori abbiamo il senso della realtà.

Mentre il Comune è in crisi nera per assenza di risorse, si continua a mantenere in vita un carrozzone costato milioni di euro per produrre carta e poltrone, per un progetto che ha criticità enormi, per un’opera che costerà - se mai si farà - oltre 600 milioni di euro (come fa il sindaco a sostenere - improvvisamente - che ne costerà solo 300?), con ingenti costi aggiuntivi per la delocalizzazione di attività produttive e senza sostenibilità economica! 
Ma non solo: quest'opera non servirà a migliorare neanche la viabilità (come ha del resto sottolineato Bernhard Winkler) ed anzi, aggiungiamo noi, è soprattutto contro il trasporto pubblico dato che si spera di favorire la mobilità privata a motore.
Il sindaco non ha ancora capito niente? Spende ulteriori soldi per qualcosa che non solo non aiuta il trasporto pubblico ma lo penalizza? Non ha capito che ogni euro speso per strade e parcheggi aggrava la fossa di AMT e accresce i problemi del trasporto pubblico?
Sono due anni che vanamente cerchiamo di spiegare anche a lui che i problemi di AMT e della vivibilità ed attrattività della città aumentano se si spendono soldi per la viabilità, incentivando quindi ulteriormente la mobilità privata. Non basta che siano già stati spesi 3 milioni solo per l’ultimo progetto? E nei dieci anni di vita della società, quanti altri soldi si sono buttati via? Molti, purtroppo!
Che il sindaco dia un primo piccolo segnale di ragionevolezza: chiuda questo carrozzone, risparmi questo milione di euro per cose più sensate e inizi a non spendere quei 40/50.000 euro annuali tra compensi per il Presidente e spese di funzionamento. Pochi, se vogliamo, ma pur sempre soldi mal spesi.

Wwf Genova-Liguria



Commenti