Lorenza Morello, un ruolo al ministero della Giustizia. No a indulto e amnistia

In queste ore, per l'incarico da sottosegretaria e sottosegretario nei diversi ministeri del Governo guidato da Enrico Letta, circola anche il nome, tra gli altri, di Lorenza Morello. La giurista piemontese, nota in Italia e all'estero per le sue attività professionali, da qualche anno aggiunge prestigio al mio giornale, Cinquew.it, con sue riflessioni, non solo legate alla politica. Voglio sapere di più di queste ultime ore, di queste indiscrezioni, dei progetti politici, e di quelli inerenti al mondo della giustizia, della dottoressa Morello.
Il suo posto dovrebbe essere in una delle stanze di Palazzo Piacentini, ministero della Giustizia, in Via Arenula, al fianco della ministra Anna Maria Cancellieri.
Dottoressa, non sarebbe preferibile entrare in un Esecutivo prettamente di centrodestra o di centrosinistra, tutti schierati anche agli occhi degli italiani? Ci sono dei buoni motivi per fare bene anche in questo Governo misto?
Certamente sì. Un Governo è sempre e comunque importante, indipendentemente dal colore.
Di solito, sottosegretarie e sottosegretari sono più esposti degli stessi numeri uno dei dicasteri. Talvolta massacrati mediaticamente. Si sente pronta alle sfide? Anche con noi giornalisti?
Ho sempre accettato e affrontato le mie sfide, quindi non avrei nessun problema a confrontarmi prima con il dicastero e poi con i giornalisti... Continua a leggere



Commenti